Nonostante le finalità di Iosonobanca siano chiare, riceviamo sempre più spesso richieste di aiuto di aziende in crisi che, per diverse ragioni, non sono in grado di attrarre investitori e nemmeno l’aiuto del sistema creditizio che le ha ormai abbandonate. Anche noi, purtroppo, fino ad oggi non abbiamo potuto aiutare questi imprenditori, non per cattiva volontà ma perché questa piattaforma è nata con una finalità differente; quella, cioè, di far incontrare un investitore ed un investimento: questo è possibile solo se entrambe le parti sono attraenti l’una per l’altra e, certo, un’azienda in crisi che lotta per sopravvivere non è particolarmente seduttiva per un investitore.

Dove investire i soldi

Oggi Iosonobanca sponsorizza un progetto in ambito creditizio molto innovativo che potrà essere messo al servizio di tutte le piccole e medie aziende per ottenere la liquidità che il sistema bancario nega. Questo progetto resta sempre perfettamente coerente con la finalità istituzionale di Iosonobanca che è quella di offrire agli investitori la possibilità di mettere i propri capitali a reddito con dei tassi più interessanti di quelli offerti dal sistema bancario.

I livelli di protezione dell’investitore, date le caratteristiche innovative di questo sistema si avvicinano alla sicurezza dei titoli di stato ma con tassi di interesse più vicini a quelli degli investimenti ad alto rischio. Il tutto in un quadro temporale a breve termine e quindi senza l’ansia generata da investimenti che per produrre una rendita richiedono di tenere il capitale bloccato per anni e senza quindi i costi punitivi che un disinvestimento genera sempre. Dato il quadro normativo italiano, Iosonobanca svolgerà semplicemente la funzione di ufficio informazioni per coloro che volessero approfondire. Informazioni generali verranno date a tutti coloro che le chiederanno. Data la natura del progetto e la normativa vigente, le informazioni più dettagliate verranno date solo a chi aderirà o ha già aderito alla piattaforma.

Iosonobanca prova a fare qualcosa anche per le aziende meno fortunate. Sempre nel rispetto degli obiettivi per cui è nata, cioè promuovere un sistema alternativo a quello bancario finanziario al quale si possano avvicinare aziende in cerca di fondi e investitori in cerca di opportunità meno rischiose e più remunerative. Il progetto creditizio ha come fine quello di creare una struttura a basso rischio per chi investe ed allo stesso tempo in grado di intervenire in aiuto di chi è stato emarginato dal sistema creditizio. Sappiamo già che non potrà essere l’ancora di salvezza per tutti ma sia che possa aiutare molti o pochi sarà uno strumento in più al servizio delle imprese anche di quelle che, magari senza colpe, si trovano a dover lottare per sopravvivere. Un’altra caratteristica importante, anzi decisiva, è che grazie all’apporto degli investitori non sarà necessario approvvigionarsi di denaro dal sistema bancario che quindi non potrà dettare le proprie regole sul chi, come e quanto finanziare.