finanziamenti-alle-imprese

Le obbligazioni per l’aziende che le emette

Per un’azienda le obbligazioni sono uno strumento alternativo al prestito bancario per raccogliere il denaro necessario per la crescita dell’azienda. Tecnicamente le obbligazioni sono titoli di credito la cui emissione la legge riserva solo ad alcune tipologie di società di capitali. Le obbligazioni sono utilizzate per reperire capitali direttamente tra i risparmiatori e gli investitori ed a condizioni più vantaggiose rispetto a quelle dei prestiti bancari.
Le obbligazioni fanno nascere in capo all’emittente un obbligo di rimborsare al sottoscrittore (risparmiatore, investitore) il capitale che questi ha pagato per l’acquisto di quelle obbligazione oltre agli interessi stabiliti.
Chi emette un’obbligazione diventa debitore del sottoscrittore assumendosi dei doveri previsti dalla legislazione.

Semplificando possiamo dire che un’obbligazione è un titolo di credito al portatore: vendendone una all’investitore l’emittente (di solito una grossa azienda) prende in prestito una somma di denaro il capitale) che si impegna a restituire insieme ad un altro ammontare di denaro (gli interessi) entro la scadenza prevista dal contratto. Solitamente, la rendita viene corrisposta con scadenze periodiche nel corso di tutta la durata prevista; queste “rate” vengono dette “cedole”.