finanziamenti-alle-imprese

Le obbligazioni per l’azienda che le emette

Le obbligazioni sono uno strumento usato in alternativa al prestito bancario per trovare il denaro necessario alla crescita di un’azienda.  Sono definite dalla legge come titoli di credito. La legge stabilisce anche quali tipi di società possono usare questo strumento per reperire capitali tra risparmiatori ed investitori. Lo scopo per cui sono nate è quello di reperire denaro a condizioni più vantaggiose rispetto a quelle dei prestiti bancari.

Le obbligazioni fanno nascere in capo all’azienda che le emette, un obbligo di rimborsare a chi le acquista, il prezzo pagato più gli interessi stabiliti. Chi emette un’obbligazione diventa debitore del sottoscrittore assumendosi i doveri previsti dalla legge.

Un’obbligazione è, quindi, un titolo di credito al portatore: essa rappresenta una somma di denaro (capitale) che verrà restituita maggiorata di un altro ammontare di denaro (interessi) entro la scadenza contrattuale. Normalmente, la rendita è corrisposta con scadenze periodiche nel corso di tutta la durata prevista; queste “rate” vengono dette “cedole”.