polizze assicurative

Polizza assicurativa investimento, tutto quello che c’è da sapere!

A livello globale il grado di conoscenze in ambito economico è parecchio scarso e secondo quanto emerso da numerosi studi di settore anche in Italia le cose non cambiano visto che l’educazione finanziaria risulta debole e poco evoluta. Nel mondo della finanza, prima ancora di procedere con una qualsiasi operazione, la corretta informazione è fondamentale per compiere una scelta ragionata, capace di soddisfare le proprie esigenze.

Se in questo campo si cominciasse ad accettare il principio secondo cui anche una piccola azione può avere importanti effetti sull’economia del Paese si potrebbero gettare le basi per degli effettivi miglioramenti. Esistono diversi strumenti finanziari e infinite aspettative di rendimento ma attualmente qual è l’investimento più sicuro? L’unico modo per poter rispondere a tale domande è evitare inutili giri di parole e accettare l’idea che non esiste un investimento sicuro al 100%.

Un’operazione simile può essere considerata tale solo nel momento in cui, ad una data prestabilita, il denaro investito viene restituito interamente ed è in grado di scongiurare ogni probabilità di fallimento.La gestione separata che si ha nelle polizze assicurative, per esempio, è un fattore sicuramente positivo in termini di garanzie. Le assicurazioni e le polizze sono tra gli aspetti più complicati nella relazione che si instaura tra banca e cliente. Si tratta tuttavia di forme di investimento molto particolari e per certi aspetti controverse perciò è bene fare chiarezza.

Polizza investimento: ecco come funziona

Investire in assicurazione può rappresentare una soluzione interessante per far fruttare i propri risparmi ma non è così semplice come sembra. Quello delle polizze finanziarie è un mercato in costante evoluzione che, per ovvie ragioni, divide l’opinione pubblica tra coloro che reputano l’investimento valido e chi ritiene poco sensato avvicinarsi al mondo delle assicurazioni come investimento. Le tipologie più gettonate sono essenzialmente tre:

  • le index linked, polizze vita che prevedono il pagamento alla scadenza del premio pagato al momento della sottoscrizione più un eventuale premio rapportato all’andamento dei parametri finanziari di riferimento. Oltre ai rischi assunti dall’emittente, questa tipologia di contratto si contraddistingue per le possibilità di rendimento molto ridotte, i costi occulti che la compagnia comunica solo su richiesta e un’alta probabilità di non pagare interessi.
  • Le polizze a capitalizzazione, strumenti poco chiari e dal rendimento molto contenuto che per giunta si concretizza dopo un bel po’ di tempo visto che le loro prestazioni sono legate a fondi assicurativi come obbligazioni ad alto costo. In pratica non fanno né più né meno di quello che si potrebbe fare acquistando sul mercato un mix formato da CCT e BTP.
  • Le unit linked invece sono polizze i cui premi sono investiti in fondi comuni in cui il capitale viene usato per operazioni legate agli indici utilizzando strumenti derivati. Sono prodotti finanziario-assicurativi diversi dalle polizze più classiche perché offrono una certa protezione nei confronti di eventi dannosi. Sono le uniche ad assumere i contorni di veri e propri investimenti poiché il rendimento è collegato un’attività finanziaria sottostante. Tutti i Gruppi più grandi hanno lanciato prodotti di questo tipo.

Polizza assicurativa: qual è l’alternativa?

Detto ciò è innegabile che vi siano svantaggi rilevanti legati a questa particolare tipologia di assicurazioni poiché si tratta di prodotti che nel complesso sono poco convenienti da un punto di vista dei rendimenti. A questo va aggiunto il più ampio discorso sui costi visto che prevedono il pagamento del premio mensile, dell’aliquota sulle rendite finanziarie e delle spese di gestione della compagnia.

Di alternative valide ve ne sono e tra queste c’è senza dubbio la piattaforma iosonobanca, uno strumento innovativo che, per tornare a quanto detto inizialmente, è studiato per chi possiede conoscenze specifiche di almeno un settore dell’economia. A poter sfruttare le potenzialità del sistema sarà qualsiasi investitore consapevole.